fbpx

Imperiale Bolgheri

PASSIONE E RISPETTO • ELEGANZA E ARMONIA

TRADIZIONE & INNOVAZIONE 

GUSTO AUTENTICO 

Coffee Bean

TERRENO FRANCO ARGILLOSO

Mantiene intatta la sua fertilità negli anni, garantendo un’ottima ossigenenazione.

Coffee Bean

CABERNET SAUVIGNON

Vino pregiato, nato per invecchiare e sfidare gli anni.

Coffee Bean

MERLOT

Vino vellutato ed intenso, dal bel colore rubino scuro.

Coffee Bean

CABERNET FRANC

Vino rotondo e fresco, mai troppo pesante.

COME LAVORIAMO

Ci basiamo su una viticultura sostenibile nel rispetto dell’ambiente e del territorio senza scendere a compromessi con il mercato. Questo ci porta ad ottenere qualità altissima di uve che ci consente di fare vini d’autore unici nel mondo.

Criteri di LAVORAZIONE

• Nel mese di Gennaio iniziamo le potature usando forbici a mano che ci garantiscono un taglio netto ed una migliore cicatrizzazione  dello sperone 

• Le lavorazioni del vigneto vengono gestite a seconda delle esigenze delle piante 

• Vengono effettuati tre passaggi di potatura verde che ci garantiscono una bassa resa di uve corretta per l’obiettivo da raggiungere: l’alta qualità dei nostri vini

Tutte le uve vengono raccolte a mano

ASSEMBLAGGIO
DEL VINO

L’assemblaggio dei vini Imperiale Bolgheri è unico: un unico taglio, prima dell’imbottigliamento.

Le barriques utilizzate sono per la maggior parte francesi. Solo il 10% è americana – morbida che smorza il tannino – e ungherese – legno duro che trasmette meno al vino e quindi ne esalta la parte fruttata.

VARIETÀ DI UVA

ETTARI DI TERRENO

LA STORIA DI UN CAMBIAMENTO

 

Nell’alternarsi delle stagioni, la terra racconta le storie del vento, della pioggia, delle pietre e delle radici e il vero contadino è colui che sa ascoltarle.”
Fabrizio Caramagna 

I primi vigneti sono stati piantati da Enio Frollani, uno dei primi a credere nelle potenzialità del territorio bolgherese, tanto da ritrovarsi socio fondatore della Doc Bolgheri.
All’interno delle riunioni che precedono la fondazione del consorzio Doc, Enio si appassiona al mondo dei vitigni internazionali,
al punto di selezionare tra i suoi terreni quelli più adatti alla piantagione dei vigneti di Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot, per iniziarne la produzione.

Il terreno scelto risulta essere franco-argilloso contenente ghiaia e scheletro;
questa miscela contribuisce a rendere i nostri vini unici nel loro genere.

 Oggi Matteo Frollani, prosegue questa lunga storia familiare con l’intento di dare un’impronta completamente nuova alla sua azienda, usando metodi maggiormente ecologici rispetto a quelli usati in passato e strumenti innovativi che influiscono in modo particolarmente positivo sulla produzione. 

Salubrità e rispetto della terra, i valori sui quali l’azienda imposta il proprio lavoro; 
valori che emergono nella ricercatezza e nella qualità dei prodotti.

TRA VECCHIA E NUOVA GENERAZIONE

 “I miei nonni sono marchigiani, come molti qui. Il mio bisnonno partì da là, dove c’era la mezzadria, e arrivò qua. Ben presto un po’ tutti i marchigiani che si erano trasferiti si resero conto che le tecniche di lavorazione della loro regione di provenienza erano superiori, più avanzate, rispetto a quelle della Toscana. Abituati alle colline e alla mancanza d’acqua, trovarono pianura, molta acqua, e terreni fertili.

OLIO EVO E MIELE
GRANI ANTICHI E MODERNI

 Nasce poi l’idea di piantare grani antichi e moderni e di estrarne farina e pasta: 
riuscirà a brevettare metodi nuovi per prodotti tradizionali, come il miele delle barrique.